Storia


La Società Varesina di Ginnastica e Scherma da oltre 130 anni primeggia nelle classifiche di ginnastica artistica e di scherma a livello italiano ed internazionale.

Tra le più vecchie e longeve società sportive d’Italia, detiene il 117° posto dell’elenco dell’UNASCI Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie d’Italia (http://www.unasci.com/web/index.php?option=com_unascisocietacen&Itemid=369).
Fu fondata poco dopo l’unità d’Italia, da un gruppo di soci appassionati dell’attività fisica legata all’addestramento militare, molti dei soci fondatori infatti vantavano esperienze nelle file dei volontari garibaldini.
Garibaldi stesso è stato omaggiato della presidenza onoraria della Società in uno dei suoi passaggi da Varese.

Il Motto della Società rimane quello originale di: “Forza per la Libertà”
Le discipline svolte dall’inizio della attività sono quelle classiche della formazione militare, Scherma, Lotta, Sollevamento pesi e Ginnastica, ma l’approccio sportivo è immediatamente evidente nel fatto che l’attività è da subito proposta ad uomini e donne.
La forza motrice della Società trova espressione nelle prime righe dello statuto originario che prevede di ” sviluppare le forze fisiche e morali dei Cittadini”.
La Società Varesina quindi è stata parte integrante della vita civile della Città per diventarne ben presto una vera istituzione.
Al suo interno hanno trovato le migliori condizioni di formazione decine di campioni che hanno arricchito negli anni un ineguagliabile medagliere, ma anche e soprattutto è stata luogo di formazione per intere generazioni di ragazzi e ragazze.

20140521-095144-35504081.jpg

Catalizzatore ed espressione delle migliori energie della città, la Società Varesina ha anticipato l’evoluzione del costume adeguando la propria offerta di corsi alle mutevoli esigenze della moderna e dinamica popolazione del territorio.
Al venire meno dell’interesse per discipline come la Lotta ed il Sollevamento, aumentavano le proposte di nuove attività come l’alta specializzazione in Ginnastica Maschile e Femminile.

Lo sviluppo della Palestra di via Donatello 1 nella metà degli anni ’60 ha consentito un netto salto di qualità potendo accogliere frotte di entusiasti allievi che trovavano le migliori e più moderne attrezzature per la pratiche della ginnastica che in quegli anni stava subendo una grandissima evoluzione a livello internazionale.
In alternativa alle Feste dello Sport qui partecipavano in enormi parate centinaia di atleti, venivano proposte con sempre maggiore frequenza incontri di livello individuale che trovavano nel nuovo impianto un eccellente campo di gara.

L’eccellenza della Società è stata riconosciuta a livello Olimpico tanto che la nostra palestra è stata scelta come sede del Centro Tecnico Permanente per la formazione della Squadra Olimpica Maschile sotto la guida di Bruno Franceschetti.
Il Centro ha ospitato per anni atleti del calibro di Yuri Chechi, campione olimpico e di altri atleti di altissimo livello come Diego Lazzarich, a lungo istruttore della Varesina, Vittorio Alievi, per anni membro del consiglio direttivo, Maurizio Alievi, oggi notissimo allenatore di Igor Cassina, Alberto Palla punta di diamante della nostra Squadra.
Franceschetti e Palla continuano la loro collaborazione con la Varesina come Direttore Tecnico ed Istruttore.

20140521-095319-35599449.jpg

Fiore all’occhiello della sua città natale, ancora oggi, la Società Varesina di Ginnastica e Scherma organizza con la stessa passione di sempre e la grande competenza derivata dalla sua lunga storia, i propri corsi.

A quelli tradizionali di ginnastica artistica (corsi base, promozionale e agonismo), e Scherma (Sciabola) si sono aggiunte varie altre attività, dalla ginnastica ritmica alla danza moderna, dalla arrampicata sportiva alle attività di Arti Marziali.

Anche tu puoi entrare a far parte di questa grande storia, a qualunque età presso la nostra palestra troverai modo conoscere ad approfondire la pratica di questi sport nella massima sicurezza e divertimento. Dai 4 anni agli 80 potrai far parte della nostra squadra ed esserne fiero come lo siamo noi.

20140521-095435-35675757.jpg